Blog: http://ilmondocristiano.ilcannocchiale.it

Usa, stupra le figlie per anni

Usa, stupra le figlie per anni

 
12/3/2010

Voleva mantenere "pura" la sua stirpe

 

Un'altra storia agghiacciante su un padre-mostro arriva dagli Stati Uniti. Un uomo, padre di nove bambini, ha violentato le sue cinque figlie, mettendone incinta tre. La vicenda è riportata dal "Times". La drammatica situazione si è protratta per anni. Aswad Ayinde, questo il nome dell'uomo, era convinto che la fine del mondo fosse ormai vicina: stuprando le figlie, voleva mantenere pura la linea della sua stirpe.

In tribunale la ex moglie ha presentato la sua deposizione a proposito di quanto accadeva tra il padre e le cinque figlie. La donna è stata testimone consapevole delle terribili violenze che si consumavano nelle mura della sua casa, ma era anche troppo spaventata per reagire al marito.

"Aveva relazioni sessuali regolarmente con tutte le femmine", ha confessato Beverly Ayinde nel corso di un incidente probatorio, davanti al presidente della corte Raymond A. Reddin, a Paterson, nel New Jersey. "Non ho reagito, avevo paura di reagire", ha ammesso.

Tutti i figli sono stati "scolarizzati" in casa e nessuno è mai stato visitato da un dottore. I "nipoti", sei in tutto, alcuni con gravi problemi fisici, sono stati partoriti in casa, con l'assistenza del padre stupratore e della moglie-nonna. La loro nascita non è mai stata registrata.

La drammatica situazione si è prolungata per anni anche grazie ai continui trasferimenti di casa del nucleo familiare, tra New Jersey e Florida, dal 1985 al 2002. L'uomo si assicurava il silenzio di tutti i membri della famiglia, minacciando di ucciderli tutti se qualcuno avesse rivelato le violenze.

Quando l'uomo è stato finalmente arrestato nel luglio 2006, l'accusa lo ha descritto come un fanatico affetto da paranoie messianiche, convinto di avere "sangue blu" e di doverlo preservare per il benessere della sua stirpe.

Aswad Ayinde, 50 anni, di Atlantic City, sarà processato in cinque differenti procedimenti per i crimini commessi individualmente su ciascuna delle ragazze. Il primo processo inizierà questa primavera.

 

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo476310.shtml

Pubblicato il 2/4/2010 alle 17.17 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web