.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
fotografia
2 dicembre 2010
USA: SPOT DI ATEI E CATTOLICI

LEGGO.IT

Mercoledì 1 Dicembre 2010  

'GESÙ UN MITO'. 'NO, È REALE'.
USA,GUERRA DI SPOT

 

E' guerra, negli Stati Uniti, tra atei e cattolici. Nel New Jersey e nella città di New York, l'associazione laica American Atheists ha pubblicato un manifesto, da qualche giorno per le strade della Big Apple, in cui si parla senza mezzi termini del Natale e della religione cattolica come di "un mito". "Lo sai che è un mito, quest'anno celebra la ragione": recita lo slogan, che ha fatto infuriare i cattolici. E infatti per risposta, la Lega Cattolica ha eretto un cartellone con San Giuseppe, la Madonna e Gesù Bambino, e lo slogan "Lo sai che è vero. Quest'anno, celebra Gesù. Buon Natale dalla Lega Cattolica".

Grazie alla 'guerra' tra slogan, gli automobilisti della zona saranno così attirati prima dallo spot laico, poi da quello cattolico, per il loro percorso automobilistico "bipartisan". "In questo modo dopo che gli automobilisti cristiani avranno subito un'aggressione alla loro sensibilità dal New Jersey, sperimenteranno un senso di gioia e soddisfazione mentre entrano a New York City", ha detto Bill Donohue, della Catholic League. Chissà che i non cattolici, per non restare troppo colpiti, non debbano fare il percorso contrario.

 

http://www.leggo.it/articolo.php?id=93767


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. usa cattolici spot atei

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 2/12/2010 alle 12:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
spettacoli
7 giugno 2010
Usa, scandalo a cartoni animati-Accusati di volgarità e blasfemia

Usa, scandalo a cartoni animati

4/6/2010

Accusati di volgarità e blasfemia

 

E' polemica negli Stati Uniti per alcuni cartoni animati che hanno urtato la sensibilità di molti telespettatori per scene giudicate troppo volgari o addirittura blasfeme. Sul banco degli imputati c'è "American Dad", il cartone dello stesso creatore dei "Griffin": in un episodio è stata mostrata l'eiaculazione di un cavallo. Un altro cartone, sulla vità di Gesù ai giorni nostri, ha sollevato proteste prima ancora della messa in onda.

La Fox, che produce "American Dad", rischia ora una multa di 25mila dollari comminata dalla Federal Communications Commissions. La serie, come del resto "I Griffin", è nota per la sua irriverenza e per l'essere decisamente poco politicamente corretta oltre a essere diretta a un pubblico non di bambini ma più adulto. Ma evidentemente per la commissione il segno è stato passato. Colpa di una scena dove si allude alla masturbazione di un cavallo da parte di un uomo, con tanto di eiaculazione evocata da una scena seguente.

Tutt'altro caso quello di "JC", una serie messa in cantiere da Comedy Central dove il protagonista è un giovane Gesù Cristo che vive ai giorni nostri ed emigra a New York per fuggire dall'ombra di un padre decisamente ingombrante. Un comitato di cittadini ha protestato benché la serie non sia ancora andata in onda, perché a suo parere sarebbe offensiva per i cristiani. Da Comedy Central ribattono che al momento "JC" non è nulla di più di un'idea. Un'idea sufficiente a sollevare un polverone.

 

http://www.tgcom.mediaset.it/televisione/articoli/articolo483257.shtml


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. usa cartoon blasfemi

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 7/6/2010 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
7 giugno 2010
Usa, madre trova figli con Facebook

Usa, madre trova figli con Facebook

6/6/2010

Le erano stati sottratti 15 anni fa

 

Una madre della California ha ritrovato i due figli, scomparsi 15 anni prima, digitando i loro nomi su Facebook. La donna aveva perduto di vista i figli, una bimba di tre anni ed un bimbo di due anni, nel 1995 quando il padre era scomparso insieme ai bambini. La coppia all'epoca era divorziata, ma i figli erano stati assegnati alla madre, che viveva a San Bernardino. La madre si è rivolta alle autorità che hanno arrestato il padre.

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo483365.shtml

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. usa madre trova figli facebook

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 7/6/2010 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
2 aprile 2010
Usa, stupra le figlie per anni

Usa, stupra le figlie per anni

 
12/3/2010

Voleva mantenere "pura" la sua stirpe

 

Un'altra storia agghiacciante su un padre-mostro arriva dagli Stati Uniti. Un uomo, padre di nove bambini, ha violentato le sue cinque figlie, mettendone incinta tre. La vicenda è riportata dal "Times". La drammatica situazione si è protratta per anni. Aswad Ayinde, questo il nome dell'uomo, era convinto che la fine del mondo fosse ormai vicina: stuprando le figlie, voleva mantenere pura la linea della sua stirpe.

In tribunale la ex moglie ha presentato la sua deposizione a proposito di quanto accadeva tra il padre e le cinque figlie. La donna è stata testimone consapevole delle terribili violenze che si consumavano nelle mura della sua casa, ma era anche troppo spaventata per reagire al marito.

"Aveva relazioni sessuali regolarmente con tutte le femmine", ha confessato Beverly Ayinde nel corso di un incidente probatorio, davanti al presidente della corte Raymond A. Reddin, a Paterson, nel New Jersey. "Non ho reagito, avevo paura di reagire", ha ammesso.

Tutti i figli sono stati "scolarizzati" in casa e nessuno è mai stato visitato da un dottore. I "nipoti", sei in tutto, alcuni con gravi problemi fisici, sono stati partoriti in casa, con l'assistenza del padre stupratore e della moglie-nonna. La loro nascita non è mai stata registrata.

La drammatica situazione si è prolungata per anni anche grazie ai continui trasferimenti di casa del nucleo familiare, tra New Jersey e Florida, dal 1985 al 2002. L'uomo si assicurava il silenzio di tutti i membri della famiglia, minacciando di ucciderli tutti se qualcuno avesse rivelato le violenze.

Quando l'uomo è stato finalmente arrestato nel luglio 2006, l'accusa lo ha descritto come un fanatico affetto da paranoie messianiche, convinto di avere "sangue blu" e di doverlo preservare per il benessere della sua stirpe.

Aswad Ayinde, 50 anni, di Atlantic City, sarà processato in cinque differenti procedimenti per i crimini commessi individualmente su ciascuna delle ragazze. Il primo processo inizierà questa primavera.

 

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo476310.shtml


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. usa incesto stupra figlie

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 2/4/2010 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
2 aprile 2010
Usa, abusò di 200 bambini. Il Nyt: «Il Papa e Bertone lo coprirono»

Usa, abusò di 200 bambini. Il Nyt: «Il Papa e Bertone lo coprirono»

La salute precaria di padre Murphy e la mancanza di nuove accuse nei suoi confronti sono stati elementi determinanti nella decisione di non punirlo. È quanto ha commentato al New York Times il portavoce del Vaticano, padre Federico Lombardi, riferendosi al caso di pedofilia, rivelato dallo stesso giornale, che ha coinvolto un prete del Wisconsin e almeno 200 bambini sordi. Un caso che, secondo documenti ottenuti dal New York Times, il cardinale Joseph Ratzinger, attuale Papa Benedetto XVI, e il cardinale Tarcisio Bertone, attuale segretario di Stato Vaticano, preferirono non rivelare.

Padre Murphy, è detto in un comunicato di Padre Lombardi citato dal New York Times, ha certamente abusato di bambini «particolarmente vulnerabili» e violato la legge. Si tratta di «un caso tragico», ha aggiunto.

Lombardi ha però sottolineato che il Vaticano è stato messo a conoscenza del caso solo nel 1996, anni dopo la fine delle indagini. Sui motivi per i quali padre Murphy non sia mai stato punito riducendolo allo stato laicale, il portavoce ha risposto che «il diritto canonico non prevede punizioni automatiche».

Ha quindi aggiunto che la precaria salute di padre Murphy e la mancanza di nuove accuse nei suoi confronti sono stati elementi determinanti nella decisione. Padre Murphy è morto nel 1998, due anni dopo che il Vaticano venne a conoscenza del caso.

25 marzo 2010
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. prete pedofilo usa 200 bambini

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 2/4/2010 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
18 settembre 2009
Bimba rapita nel '91, due arresti
 

Bimba rapita nel '91, due arresti

Usa, ragazza si presenta alla polizia

La polizia californiana ha confermato che la donna di 29 anni che si è presentata agli agenti della stazione di Concord è Jaycee Dugard, la bambina rapita nel 1991 di cui erano scomparse le tracce da 18 anni. Phillip Craig Garrido e sua moglie Nancy, accusati di essere i responsabili del sequestro, sono stati arrestati. La ragazza in questi anni è sempre stata sotto sequestro e ha avuto due figli concepiti con il suo rapitore.

Sulle circostanze che hanno portato al ritrovamento della ragazza si hanno ancora informazioni discordanti. Secondo alcune fonti, Jaycee si sarebbe presentata da sola alla polizia fornendo le sue generalità. Altre fonti sostengono che è andata al commissariato assieme a Garrido e dalla moglie, oltre che con i due bambini avuti dal suo rapitore.

L'uomo, a quanto pare, era stato convocato dopo essere stato fermato da una pattuglia nel compound dell'Università di Berkley. Con lui c'erano le due donne e i due bambini e il gruppo aveva insospettito gli agenti.

Garrido era stato arrestato già nel 1999 per molestie. Marito e moglie sono stati trasportati in una località ancora segreta e su di loro è stata posta una cauzione di 1 milione di dollari ciascuno. La polizia ha già perquisito la casa dove i Garrido hanno vissuto negli ultimi anni vicino ad Antioch, che si trova tra San Francisco e la cittadina di South Lake Tahoe, dove la ragazza fu rapita quando aveva 11 anni.

Jaycee era stata rapita nei pressi di lac Tahoe, a 200 chilometri a nord di San Francisco, sotto gli occhi del patrigno Carl Probyn. La ragazza, secondo le autorità, sta per riabbracciare la madre, che per tutti questi anni l'aveva data per morta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bimba rapita arresti usa

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 18/9/2009 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte