.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
CULTURA
15 novembre 2008
Il Graal secondo Suor Anna Katharina Emmerick
 

Il Graal secondo Suor Anna Katharina Emmerick

La mistica tedesca Anna Katharina Emmerick (1774-1824) è sulla ribalta in questi giorni per il contributo dato alla Passione di Cristo di Mel Gibson e per la sua imminente beatificazione. Le sue visioni di avvenimenti biblici pubblicate nelle opere La dolorosa passione di Nostro Signore Gesù Cristo (1833) e La vita di Gesù Cristo e rivelazioni bibliche (1858-60) contengono una descrizione unica del Santo Graal. Il termine Graal tuttavia non è mai usato poiché essa preferisce chiamarlo semplicemente il Calice dell'Ultima Cena.

Secondo Suor Emmerick il Calice fu consegnato a Noè da tre angeli mentre era al lavoro sull'arca. Esso conteneva un chicco di grano e un ramoscello di vite destinati a crescere dopo il diluvio. Noè usò il calice per pregare. Esso poi passò al suo primogenito, Sem, che lo portò in Mesopotamia da dove Melchisedek lo riportò ad Abramo. A questo punto, il Calice "aveva coppe a forma di piccole botti. Questi recipienti non erano nè d'oro nè d'argento,  ma trasparenti come se fossero stati fatti di pietre preziose." A questo punto, l'imponente calice "appariva come se fosse stato formato dalla natura e non da mano d'uomo." 

I patriarchi usavano il Calice e le coppe nei riti sacerdotali che prefiguravano la Messa e per comunicare la speciale benedizione di Dio ai loro eredi attraverso un "oggetto sacro" non ben definito . In seguito Mosè mise i recipienti e il misterioso "oggetto sacro" che il calice conteneva nell'Arca dell'Alleanza. Essi furono rimossi prima che Geremia nascondesse l'Arca avanti la distruzione di Gerusalemme ad opera di  Nebuchadnezzar. Gli Esseni difesero il Calice e lo riportarono al Secondo Tempio.

Un angelo portò l'oggetto sacro a S. Gioacchino prima del concepimento di Maria, ma il sacerdote del  tempio vendette l'antichissimo calice ad un antiquario. Santa Veronica lo comprò affinché Gesù lo usasse nelle feste religiose.

Al tempo dell'Ultima Cena, il Calice era " a forma di pera e di metallo bruno lucido rivestito d'oro." Era ora fornito di manici e di una base di "oro vergine, il bordo circondato da un serpente," decorato con pietre preziose e con un motivo a forma di uva. Il Calice, che conteneva un piccolo vaso ed era coperto da un piatto, stava su un vassoio liscio che celava una piccola lapide ed era provvisto di cucchiaio, coperte di lino e un astuccio di pelle. "Solo Gesù sapeva di che cosa era fatto".

Il Calice rimase in custodia alla Chiesa primitiva ed è ancora custodito in qualche luogo. Suor Emmerick ha predetto che esso "verrà alla luce come era una volta".

Sandra Miesel è coautrice insieme a  Carl Olson di The Da Vinci Hoax (Ignatius, 2004).

Copyright Crisis Magazine © 2004 Washington DC, USA

http://www.acquaviva2000.com/STORIA/vera%20storia%20del%20santo%20graal.htm


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. santo graal suor emmerik

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 15/11/2008 alle 3:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte