.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
CULTURA
22 novembre 2010
La circoncisione del nostro Signore e Salvatore Gesù
 

 

La circoncisione del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo

1 gennaio

 

 

L’ottavo giorno dopo la sua Natività, il nostro Signore Gesù Cristo è stato circonciso in conformità con la legge del Vecchio Testamento. Tutti i neonati di sesso maschile erano sottoposti alla circoncisione quale segno dell’Alleanza di Dio con il santo progenitore Abramo e la sua discendenza (Genesi 17, 10-14, Levitico 12, 3).

Dopo questo rituale, al divino Infante fu dato il nome Gesù, come proclamato dall’Arcangelo Gabriele il giorno dell’Annunciazione della Santissima Theotokos (Luca 1, 31-33; 2, 21). I Padri della Chiesa, spiegano che il Signore, il Creatore della legge, si è sottomesso alla circoncisione per dare alla gente un esempio di come i comandamenti divini devono essere fedelmente adempiuti. Il Signore è stato circonciso in modo che poi nessuno potesse mettere in dubbio che egli aveva assunto davvero carne umana, e che la sua incarnazione non era soltanto un’apparenza, come insegnato da certi eretici (Docetisti).

Nel Nuovo Testamento, il rito della circoncisione ha condotto al mistero del Battesimo, che prefigurava (Colossesi 2, 11-12). Nella Chiesa d’Oriente gli uffici della Festa della Circoncisione del Signore si celebrano dal IV secolo ca. Il Canone della Festa fu composto da santo Stefano del Monastero di San Sava.

Oltre alla circoncisione, che il Signore ha accettato come segno dell’alleanza di Dio con l’umanità, ha anche ricevuto il nome di Gesù (Salvatore), l’ottavo giorno dopo la sua Natività, come indicazione del suo servizio, l’opera di salvezza del mondo (Matteo 1, 21; Marco 9, 38-39, 16, 17; Luca 10, 17; Atti 3; 6.16; Filippesi 2, 9-10). Questi due eventi, la Circoncisione del Signore e l’imposizione del nome, ricordano ai cristiani che essi sono entrati in una nuova alleanza con Dio e “sono circoncisi di una circoncisione non fatta da mano d’uomo, ma della circoncisione di Cristo, che consiste nel mettere fuori del corpo i peccati della carne” (Colossesi 2, 11). Il nome stesso di “cristiano” è un segno dell’ingresso dell’umanità in una nuova alleanza con Dio.

 

 

In questo stesso giorno si fa anche memoria della beata dormizione di san Basilio il Grande, arcivescovo di Cesarea in Cappadocia avvenuta il 1 gennaio del 379.

 

Tropario. Tono I

Esaltato nei cieli col Padre Eterno ed il Suo Spirito divino, o Gesù hai voluto nascere sulla terra dall’ancella non sposata, tua Madre. Perciò come bambino fosti circonciso all’ottavo giorno. Gloria al tuo disegno di grazia; gloria alla tua legge; gloria alla tua condiscendenza, o tu che solo hai amore per l’umanità!

Kontakion. Tono III

Il Signore del cosmo accetta di essere circonciso, e, qual buono, circoncide i peccati dei mortali. Oggi è concessa la salvezza del mondo; mentre Basilio, sommo sacerdote del nostro Creatore datore di luce, gioisce in cielo quale iniziatore dei divini misteri di Cristo.

http://www.tradizione.oodegr.com/tradizione_index/commentilit/circoncisione.htm

 

  

CULTURA
7 giugno 2010
MADONNA ORTODOSSA LACRIMA A MILANO

 

MADONNA ORTODOSSA LACRIMA A MILANO

MILANO – Un’icona che raffigura una Madonna, in una chiesa ortodossa di Milano, avrebbe lacrimato copiosamente durante una funzione avvenuta domenica scorsa. A confermarlo è stato il metropolita della Chiesa greco-ortodossa di Milano, Euloghios I. Al fenomeno, che si sarebbe ripetuto il giorno successivo, secondo le testimonianze raccolte, hanno assistito decine di persone.Il fenomeno di cui tutti parlano nella piccola comunità greco-ortodossa di Milano, la lacrimazione di un’icona avvenuta domenica e lunedì 18 e 19 aprile 2010 , è stato osservato da diverse decine di fedeli, che quel giorno erano presenti alle liturgie festive alla Metropolia ortoddossa di Milano e Longobardia. “Tutti hanno visto e toccato il liquido che sgorgava copiosamente dagli occhi della madonna – racconta Claudia, 25 anni, romena – Io stessa ho toccato l’icona e ho sentito il liquido, un po’ vischioso. Ma non ungeva, anzi, era profumato. E in quel momento non c’erano fiori nella chiesetta né candele, solo la cera liquida che è inodore. Comunque ha pianto così tanto che alla fine era bagnato tutto il mobile di legno che stava sotto”. Secondo i preti della comunità e altri fedeli, a ‘piangere’ sarebbe stato anche il Bambin Gesù e un’altra icona della Vergine che si trova vicino alla prima. Nella chiesa di S.Nicola al Lazzaretto (ciò che rimane del lazzaretto manzoniano), sono stati celebrati due matrimoni, ma il fenomeno non si è ripetuto.(ANSA)

http://primapaginacasertana.wordpress.com/2010/04/26/madonna-ortodossa-lacrima-a-milano/

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. madonna ortodossa lacrima milano

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 7/6/2010 alle 15:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte