.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
SOCIETA'
7 giugno 2010
SANDALO PEDOFILIA-INDAGATO CAPO VESCOVI TEDESCO
articolo di giovedì 03 giugno 2010

 

Scandalo pedofilia:
indagato il capo
dei vescovi tedeschi

di Andrea Tornielli

 

 
L’arcivescovo di Friburgo, Robert Zollitsch, è accusato di aver rinnovato l’incarico a un frate sospettato di abusi sessuali su minori. La difesa: "Solo nel 2006 venne a conoscenza delle violenze e agì immediatamente"

Il presidente dei Conferenza episcopale tedesca, l’arcivescovo di Friburgo, Robert Zollitsch, è indagato per complicità in un caso di abuso sessuale su un minore.
Lo ha confermato ieri la Procura di Friburgo, dopo le indiscrezioni della Tv Ard e del quotidiano Südkurier. Secondo l’accusa della vittima, che ha subito violenza nel 1960, Zollittsch, ventisette anni dopo, cioè nel 1987, avrebbe confermato il sacerdote violentatore nel suo incarico.

La diocesi di Friburgo ha smentito che l’arcivescovo, all’epoca soltanto responsabile del personale della diocesi, sia implicato, e ha definito del tutto «inconsistente» l’accusa, spiegando che solo nel 2006 Zollitsch venne a conoscenza dei trascorsi del sacerdote, agendo di conseguenza.
Il coinvolgimento del capo dei vescovi tedeschi ha creato notevole scalpore in Germania. Zollitsch è in prima linea nell’applicare la «tolleranza zero» contro i preti pedofili: nei mesi scorsi ha fatto importanti ammissioni, dicendo che la Chiesa aveva «nascosto casi di abusi sessuali per anni». Ha praticamente invitato il confratello vescovo di Ausburg, Walter Mixa, a rassegnare le dimissioni perché coinvolto in un presunto caso di abusi (poi dimostratosi infondato) e per aver usato, da sacerdote, metodi maneschi. Ora è lui stesso ad essere finito nel tritacarne mediatico-giudiziario, per una vicenda che però appare piuttosto inconsistente.

Nei giorni scorsi un uomo ha denunciato un frate cistercense per abusi avvenuti cinquant’anni fa, accusando anche Zollitsch per averlo in qualche modo «coperto». Nel 1987 l’attuale arcivescovo aveva rinnovato l’incarico di priore a Birnau, sul lago di Costanza, al frate, che esercitava il suo ministero nella diocesi di Friburgo ma dipendeva dall’abate del monastero cistercense di Mehrerau. Secondo la vittima, Zollitsch doveva essere a conoscenza del fatto che il frate si era macchiato di abusi sessuali.
La diocesi di Friburgo, invece, smentisce. Parla di «sensazionalismo», precisa che monsignor Zollitsch, che all’epoca non era ancora arcivescovo ma si occupava degli spostamenti dei sacerdoti, non aveva scelto una nuova destinazione per il frate, limitandosi a rinnovare l’incarico che già ricopriva. E dunque essendo all’oscuro del suo passato. Quando, nel 2006, per la prima volta, Zollitsch era venuto a conoscenza degli abusi, aveva subito «avvertito l’ordine» cistercense, al quale appartiene l’accusato, chiedendo di trarne «le necessarie conseguenze».

L’apertura dell’inchiesta è stata confermata ufficialmente dal procuratore capo di Friburgo, Wolfgang Mayer e gli atti sono già stati trasmessi alla Procura di Costanza. Nel caso in cui i reati di pedofilia commessi dal padre cistercense fossero già caduti in prescrizione, verrebbe automaticamente archiviata anche l’indagine nei riguardi di Zollitsch.

Come si ricorderà lo scandalo degli abusi sui minori era scoppiato in Germania nei primi mesi dell’anno, a partire dal prestigioso collegio Canisius, gestito dai gesuiti. Nei giorni scorsi un rapporto ufficiale ha messo in evidenza che solo nelle scuole gestite dai gesuiti tedeschi si sono verificati nei decenni passati 205 casi di abusi sessuali.

http://www.ilgiornale.it/esteri/scandalo_pedofilia_indagato_capo__dei_vescovi_tedeschi/03-06-2010/articolo-id=450085-page=0-comments=1


© IL GIORNALE ON LINE S.R.L. - Via G. Negri 4 - 20123 Milano - P.IVA 05524110961


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pedofili capo tedeschi reti vescovi

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 7/6/2010 alle 17:4 | Versione per la stampa
SOCIETA'
2 aprile 2010
Pedofilia,fermato capo chierichetti

Pedofilia,fermato capo chierichetti

A. Adige, accusato di violenza sessuale

29/3/2010
 

 

Il responsabile dei chierichetti di Varna, un paesino di 4mila abitanti in valle Isarco (Bolzano), è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale su minori e di produzione e detenzione di materiale pedopornografico. Il laico, di 28 anni, operava anche in altre associazioni giovanili del paese che si trova vicino Bressanone. L'inchiesta è stata avviata dopo la denuncia di una madre, alla quale si sono poi aggiunte quelle di altre tre mamme.

 

I fatti, contestati all'uomo, sono avvenuti tra il 2006 al 2009 e riguardano per il momento quattro ragazzini, tra 11 e 14 anni. L'arrestato si occupava delle attività giovanili anche all'interno delle sezioni locali del club alpino sudtirolese Alpenverein, dei vigili del fuoco volontari e della Caritas.

Sul computer, sequestrato nell'abitazione dell'uomo, sono state rinvenute numerose foto e un filmato con esplicito contenuto pedopornografico. I file erano stati cancellati, quando l'uomo da voci di paese era venuto a conoscenza della denuncia a suo carico, ma sono stati ripristinati da periti informatici della procura di Bolzano. Le immagini sono state fatte in varie occasioni, così anche durante i soggiorni estivi e le gite dei chierichetti.

Il parroco di Varna, informato alcune settimane fa dalla procura sull'inchiesta in corso, ha immediatamente sospeso l'uomo da ogni attività. Il magistrato non esclude che il numero delle vittime possa salire, anche perché non tutti i bambini ritratti sulle foto e nel filmato sono stati identificati. Il pm ha perciò rivolto un appello alle famiglie coinvolte di segnalare eventuali abusi al commissariato di Bressanone oppure alla procura di Bolzano.

 

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo477744.shtml


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pedofilia capo chierichetti

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 2/4/2010 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
9 novembre 2009
Germania, eletta donna a capo della Chiesa Evangelica
 
28/10/2009versione stampabilestampainvia paginainvia
 

E' la prima volta che accda della riforma luterana

Per la prima volta nella sua storia la Chiesa Evangelica nomina presidente una donna, Margot Kaessmann. 51 anni, quattro figli, un divorzio alle spalle e un tumore sconfitto,
La decisione è stata presa dal Sinodo della Chiesa Evangelica tedesca riunito in questi giorni a Ulm. La Kaessmann è molto nota in Germania e oggi si trova a fare da leader a oltre 25 milioni di cittadini tedeschi che seguono la chiesa Evangelica. Da dieci anni vescovo, Margot Kaessmann è entrata nella Chiesa Evangelica nel 1981.
Primo punto del suo lavoro sarà quello di cercare di riavvicinare i tedeschi alla Bibbia. "Per me è una tragedia che tante persone nel nostro Paese non conoscano più la Bibbia". E sulla funzione della Chiesa Evangelica ha detto: "Noi siamo la chiesa nel mondo con il compito di diffondere il Vangelo, celebrare la messa e sostenere i più deboli".

 

http://it.peacereporter.net/articolo/18619/Germania%2C+eletta+donna+a+capo+della+Chiesa+Evangelica



Margot Käßmann neue Vorsitzende der Evangelischen Kirche

An der Spitze der Evangelischen Kirche in Deutschland (EKD) steht zum ersten Mal in der Geschichte eine Frau: Die Hannoveraner Landesbischöfin Margot Käßmann wurde auf der EKD-Synode in Ulm erwartungsgemäß zur neuen Vorsitzenden des Rats der EKD gewählt. Sie erhielt 132 von 142 Stimmen. Nur fünf Synodale stimmten gegen Käßmann, vier enthielten sich, eine Stimme war ungültig. Diesen Artikel weiter lesen

"Im Vertrauen auf Gottes Hilfe nehme ich die Wahl an", sagte Käßmann. Käßmann war die einzige Kandidatin für den Ratsvorsitz. Sie löst damit den Berliner Bischof Wolfgang Huber ab, der nach einer Amtsperiode aus Altersgründen ausschied. Käßmann ist nun für zunächst sechs Jahre gewählt. Als ihren Stellvertreter schlug der Rat der Synode den rheinischen Präses Nikolaus Schneider vor. Dessen Wahl soll im Anschluss stattfinden.

http://de.news.yahoo.com/2/20091028/tts-margot-kaessmann-neue-vorsitzende-de-c1b2fc3.html



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. donna capo chiesa evangelica tedesca

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 9/11/2009 alle 16:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte