.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
cinema
7 giugno 2010
JESUS CHRIST SUPERSTAR E' UN OPERA DIABOLICA E SUPERBLASFEMA
JESUS CHRIST SUPERSTAR E' UN OPERA DIABOLICA E SUPERBLASFEMA
 
 
 
 
CENTRO ANTI-BLASFEMIA
 
IL VATICANO E LA CHIESA CATTOLICA APPROVARONO IL FILM SUPERBLASFEMO JESUS CHRIST SUPERSTAR DALL'INIZIO
 
Jesus Ed. San Paolo 3 Giugno 2010
 
*********************************************
MA JESUS CHRIST SUPERSTAR E' UN OPERA DIABOLICA E SUPERBLASFEMA
 
Ecco una recensione che descrive il film JCS:
 
Il titolo più appropiato sarebbe Giuda Superstar.
Recensione di Walter
 
 
 
Il film di N.F.Jewson,Jesus Christ Superstar,resterà un film sempre moderno,specialmente perché fa rivivere l'ebbrezza degli anni 70. E' uno dei film che piace di più ai giovani,specialmente per le musiche.In questo film il vero eroe è Giuda,sapiente e razionale. Il film inizia,con l'arrivo di un enorme autobus nel deserto. Dall'autobus scendono un gruppo di hippies,hanno con loro una enorme croce.Questi hippies,si mettono dei costumi e si truccano. Al'improvviso,fra loro spunta un ragazzo biondo dagli occhi azzurri,gli hippies lo vestono con una tunica bianca.Tutti insieme,al'improvviso, iniziano a cantare il Musical di A.L.Webber&T.Rice,"Jesus Christ Superstar". Il ragazzo biondo,è Gesù,gli si avvicina una ragazza,è Maria Maddalena,una peccatrice,che riesce con la sua dolcezza a conquistare Gesù,il quale per lei è solo un uomo,e sta sempre con lui,giorno e notte. Maria ama molto Gesù,lo coccola,lo profuma,gli canta una dolce canzone. Giuda,vedendo che Gesù,si comporta da libertino,facendosi amare da una peccatrice,lo critica di comportarsi il contrario di come insegna. Questo Gesù,non solo è libertino,ma è anche confuso,non sa chi sia,ne perché deve morire,perfino si dimostra duro con dei lebrosi e malati che gli chiedono aiuto,dice loro che sono troppi,non devono spingerlo, che non ce la fà a guarirli,e li manda via,dicendo loro di guarirsi da soli.Giuda,vede Maria che unge Gesù,con il costoso nardo,e si infuria. Quindi Giuda va a tradire Gesù.Dopo l'ultima cena,Gesù inizia la sua passione nell'orto degli ulivo il Getzemani.Questo Gesù,non è sicuro,è triste,stanco,e inveisce contro Dio,a cui chiede di mostrargli che non sarà ucciso invano,che c'è uno scopo perché vuole farlo morire,poi gli dichiara che è molto astuto sul dove e sul come,ma non è così esperto sul perché.Gesù,viene arrestato,viene portato da Pilato,poi da Erode, poi di nuovo da Pilato.Gesù,viene condannato,viene frustato. Ora accade,non è più una recita,Gesù viene davvero crocifisso. Giuda,pentito,si scaglia contro Dio e lo accusa dicendogli,che non saprà mai perché lo ha scelto per il suo crimine,i suo ripugnante, crudele crimine,e gli urla che Lui lo ha assasinato.Giuda si impicca. Giuda,muore e diventa un candido Angelo,il quale scende dal cielo, insieme ad altri angeli,con i quali prende in giro il crocifisso,dicendogli che si è fatto crocifiggere invano,ed altri insulti.Gesù,muore davvero,gli hippies,allora vanno via di corsa, lasciando Gesù,tra due crocifissi morti.Gli ultimi a prendere l'autobus sono il ragazzo di colore che faceva la parte di Giuda, e la ragazza che faceva la parte di Maria Maddalena. Il film finisce così,l'autobus si allontana velocemente,mentre all'orizzonte con il sole che tramonta,si vede il crocifisso, un uomo ucciso e abbandonato da una banda di squilibrati. Questo è il Vangelo visto da Jewison,che non crede in Gesù. Ma chi crede in Gesù,sà che Gesù è davvero risorto,dopo ascese incielo,e da lì scenderà nello stesso modo come è asceso, solo alla fine del mondo.Chi crede in Gesù sà che era Santo e castissimo,pieno d'amore verso tutti.Gesù,guariva tutti i malati che accorrevano a lui,Gesù disse"Venite a me,voi tutti che siete affaticati e stanchi,ed io vi darò sollievo". Gesù,amava e obbediva al Padre,facendo sempre la sua volontà. Nei Vangeli Maria Mddalena,non era una peccatrice, amava Gesù con purezza tanto da essere degna di vederlo per prima risorto.Giuda invece,viene chiamato diavolo da Gesù.
 
 
*******************************************************************
Ecco una recensione sul musical JCS dal punto di vista cristiano:
 
JESUS CHRIST SUPERSTAR è un opera molto blasfema,principalmente perché
gli autori;Andrew Lloyd  Webber e Tim Rice,sono agnostci,non credono in Gesù.
Nelle varie interviste hanno dichiarato che per loro Gesù era un falso pofeta,sciocco
e libertino,mentre il vero sapiente era solo Giuda,l'unico che capiva come andavano le cose.
Quindi vediamo che il Musical JCS insiste sulla negazione del Figlio di Dio.
All'inizio,vediamo che la prostituta Maria Maddalena,riesce a sedurre Gesù,con le sue arti,
lo cosparge di mirra,lo coccola,l'accarezza.Giuda vedendo questo,critica Gesù di essere
immorale,e fare il contrario di ciò che insegna.Intanto Gesù e Maddalena,vivono insieme
giorno e notte,lei di notte gli canta una sensuale ninna nanna,gli sussurra di stare
calmo,di rilassarsi e chiudere gli occhi,mentre lei baderà a lui e lo rinfrescherà con la
mirrà.Gesù e Maddalena sono quindi amanti.Ecco come Maddalena descrive il suo
amore per Gesù;
"Io non so come amarlo,cosa fare a convincerlo.
E' un uomo,è solo un uomo,ed io ho avuto tanti uomini prima,
in tutti i modi.Lui è solo uno in più.
Dovrei violentarlo?
Dovrei gridare e urlare?
Dare sfogo ai miei sentimenti?
Poi,se mi dicesse che mi ama,
non potrei resistere,propio non potrei resistere.....
Lo voglio così,l'amo così".
 Quindi la prostituta Maddalena,crede che questo suo amato Gesù,non è altro che uno dei
suoi tanti amanti,è solo un uomo,un uomo come gli altri che  vanno a prostitute.
Quindi nel Musical JCS,Gesù è un libertino peccatore,non è finita qui,la dissacrazione continua.
Ecco che nel Musical Gesù è pure malvagio.Quando una folla di bisognosi e malati,
e lebbrosi preme per ricevere guarigioni,conforto e consolazione,
Gesù dice loro con furia"Siete troppi-non spingete!Non ce la faccio-non premete!
Guaritevi da soli,lasciatmi in pace"Questa è la pura e semplice negazone della
più importante verità del vangelo:la divinità del Signore Gesù.
Gesù,nel Musical non solo è libertino e malvagio,è anche un essere insicuro,triste, stanco,
è confuso e no sa realmente chi è,perché deve morire,e si ribbella  a Dio,perché lo fa morire
senza un motivo:"Mostrami adesso che non sarò ucciso invano..........................................
.....Mostrami che c'è uno scopo perché mi vuo fare morire.Sei molto astuto sul dove e sul come,ma non così
esperto sul perché"Quindi abbiamo un Gesù che bestemmia Dio,e poi continua a urlare a Dio,
dicendogli di inchiodarlo e ucciderlo adesso prima che lui cambi idea,vere bstemmie
che rendono Gesù il contrario di come è descritto nel Vangelo.
Anche Giuda nel Musical accusa Dio di averlo usato;"Dio!Non saprò mai perchè mi hai scelto per il tuo
crimine,il tuo ripugnante,crudele crimine!Tu mi hai assssinato!"
Però poi nel Musical,vediamo che Giuda,dopo essersi impiccato,muore e diventa un Angelo,
e scende dal cielo con altri Angeli e prende in giro Gesù che si trova sulla croce,dicendogli
che si è fatto crocifiggere invano.
Gesù,nel Musical,muore crocifisso,non risorge,infatti non è Figlio di Dio ma un pazzo peccatore
libertino e malvagio.
Che atei amino questo Musical è normale,ma chi si dice cristiano ed accetta questo Musical,
nega la sua fede ed è un ipocrita e bestemmia Dio,le Sacre Scritture e il Signore Gesù.
Se Gesù fosse stato come quello del Musical,il cristianesimo non sarebe mai nato,e
nessuno conoscerebbe Gesù ora.
 
**********************************************************
 
ORMAI DENTRO LA CHIESA CATTOLICA REGNA SATANA
 
JCS PROMOSSO DAL VATICANO  CHIESA CATTOLICA
 
Da molto tempo c'è questo atteggiamento blasfemo,già gli anni 70,mentre in tutta Italia,le canzoni
del musical,blasfemo,Jesus Christ Supertstar,erano censurate,venivano radiotrasmesse,
da Radio-Vaticana.JCS, ormai è diventata un opera di culto cattolico,perfino ai bambini la fanno recitare
sull'altare delle chiese,vediamo le bambine che cantano a Gesù un amore sessuale,definendolo uno
dei tanti che va a prostitute,e i bambini fanno la parte di un Gesù,cattivo,che manda via con crudeltà,
i malati che gli chiedono aiuto,un Gesù,che si arrabbia contro  l'Onnipotente,perché,lo fa morire
senza un motivo.
Quante bestemmie, tutto accade anche perchè,i cattolici,sono ignoranti non posseggono Bibbie,
ne conoscono il Vangelo, in chiesa nemmeno si legge il Vangelo, si preferiscono, citazioni
da religioni pagane.
Le chiese cattoliche alla pari delle protestanti, sono diventati  teatri e discoteche con tutti i tipi di musica,
compresa la satanica rock.
Il clero e i teologi cattolici,sempre più dichiarano,che i fatti del Vangelo,sono leggende,mentre sempre
 più approvano e appoggiano, films blasfemi contro Gesù.
 
Ora si ci mettono pure le suore  a diffondere JCS !
(1) Perfino  lo citano come Vangelo di Matteo;
 
Figlie di S. Maria della Provvidenza - Provincia "Beati Luigi e Chiara" - Via Statale per Lecco, 20 - 22100 Como (Italia)
Video:

 
***********************************************************
 
UN AVVERTIMENTO A TUTTI COLORO CHE FANNO OPERE BLASFEME CONTRO GESU'

Tutti dovremo un giorno comparire davanti al vero Signore Gesù Cristo,
 non davanti a quello partorito dall’immaginazione di qualche ateo
ma al Giudice di tutta la terra. 


 Il nostro destino eterno dipende dal rapporto che avremo avuto con Lui. 

V.Giovanni:

3, 36
 "Chi crede nel Figlio ha vita eterna; chi invece rifiuta di credere
al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui"

Chi nega la divinità di Gesù è l'anticristo, quindi un dannato in eterno.
 
Prima Lettera Giovani:
 
 2, 22-23
 
Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio. 

Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre; chi professa la sua fede nel Figlio possiede anche il Padre.

4, 2-3
 Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 

ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.
 
Gesù ci ha avvertiti riguardo le bestemmie contro di Lui.
 
V. Matteo:
 
 12, 30-37
 
12,30] Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde.

[31] Perciò io vi dico: Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata.

[32] A chiunque parlerà male del Figlio dell'uomo sarà perdonato; ma la bestemmia contro lo Spirito, non gli sarà perdonata né in questo secolo, né in quello futuro.

[33] Se prendete un albero buono, anche il suo frutto sarà buono; se prendete un albero cattivo, anche il suo frutto sarà cattivo: dal frutto infatti si conosce l'albero.

[34] Razza di vipere, come potete dire cose buone, voi che siete cattivi? Poiché la bocca parla dalla pienezza del cuore.
 
[35] L'uomo buono dal suo buon tesoro trae cose buone, mentre l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae cose cattive.

[36] Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio;

[37] poiché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato".
 


Non abbiamo bisogno di opere  blasfeme su Gesù,

ma solo il Vangelo è verità salvifica!


San Paolo ci ha avvertiti.

Lettera a Galati:

1,8-9


Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un
vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema! 
 L'abbiamo gia detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un
vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema!


N.B. Sia Anatema corrisponde, sia maletto e vada all'inferno !

Citazioni Bibbia

http://www.vatican.va/archive/ITA0001/_INDEX.HTM

 

http://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home

 

http://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home/jesus-christ-superstar-e-un-opera-diabolica-e-superblasfema

 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. jcs opera blasfema

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 7/6/2010 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
21 marzo 2009
MANGIAMI L'ANIMA E POI SPUTALA-UNA SCENA DI QUEST'OPERA SUPERBLASFEMA

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. opera blasfema

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 21/3/2009 alle 3:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 marzo 2009
MANGIAMI L'ANIMA E POI SPUTALA
 
CENTRO ANTI-BLASFEMIA
 
MANGIAMI L'ANIMA E POI SPUTALA
E' UN OPERA SUPERBLASFEMA TRATTA DA UN ROMANZO ALTRETTANTO BLASFEMO
 
MAI SI ERA ARRIVATI A TANTA BESTEMMIA E DISSACRAZIONE DA CREARE CON LA FANTASIA UN ANTI-GESU'
 
Un Gesù che scende dalla croce e vuole fumare una sigaretta poi seduce una donna, la sposa e dopo il rapporto sessuale, la donna delusa
uccide Gesù a colpi di mannaia.
Quanta bestemmia ed ignoranza, poichè il vero Gesù è morto una volta per sempre e ora Risorto  si trova nella gloria celeste e tornerà solo il giorno del Giudizio,
 intanto sarà solo spiritualmente con i credenti fino alla fine del mondo. Gesù pane celeste, nato per opera dello Spirito Santo, non può fare sesso, non si può sposare,
veramente Gesù ha la sua sposa la Chiesa, e non dimentichiamo che Gesù chiede a chi può di restare vergine per il Regno dei Cieli,
Regno dove i risorti saranno come gli angeli, figli di Dio e non prenderanno moglie e marito.
Il Regno dei Cieli è totalmente celeste e spiritualetuale, come Gesù che non è solo il Figlio Unigenito di Dio, ma è la seconda persona della S.S.Trinità,
quindi è Dio stesso.
 
 
 
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<
TEATRO
 
MANGIAMI L'ANIMA E POI SPUTALA

SINOSSI - Una bigotta del Sud si reca in una chiesetta di campagna: è innamorata di Gesù Cristo e, attraverso una sfegatata preghiera, riesce a farlo scendere dalla croce e a portarselo a casa. Le aspettative della bigotta, però, vengono disattese perché questo Gesù è diverso dallo stereotipo: parla albanese, fuma e cerca di convincere la donna che l'amore fisico sia un passo necessario per raggiungere il bene supremo. Si crea così un gioco al massacro: Gesù cerca di spiegare la sua personale religione attraverso una serie di prove che lei deve superare; così dopo quiz, lezioni di aerobica, barzellette e danze di purificazione riesce ad avere la meglio sulla spiritualità dogmatica della bigotta (rappresentata dagli insert sonori di Radio Maria). Il matrimonio dovrebbe suggellare l'unione felice, ma la tragedia è dietro l'angolo: la prima notte di nozze viene vissuta da lei come un affronto doloroso; così, sentitasi violata nell'intimo, uccide Gesù a colpi di mannaia.

http://www.teatroespettacolo.org/mangiami-l-anima-e-poi-sputala-al-colosseo-nuovo-teatro-di-roma.htm

 

Mangiami l'anima e poi sputala
ispirato dal romanzo omonimo di Giovanna Furio

di e con Licia Lanera e Riccardo Spagnulo, assistente alla regia Maria Elena Germinario,

luci Carlo Quartararo, scene Gianluigi Carbonara, oggetti di scena Nunzia Guacci, collaborazione tecnica Frank Lamacchia .

Compagnia teatrale : Fibre parallele   che con lo spettacolo,  Mangiami l’anima e poi sputala è arrivato alla semifinale del premio scenario 2007.

La compagnia è nata e lavora a Bari dove gestisce uno spazio culturale presso l’Arci Gramigna, si è formata nel 2005, in occasione della messa in scena dello spettacolo Zio Vanja. Cartolina di campagna sintetica. I due fondatori e componenti sono Licia Lanera e Riccardo Spagnulo.
Insieme a Teatro Kismet, Ravenna Teatro e il Teatro Pubblico Pugliese sono tra i vincitori del
premio per le nuove creatività dell’Eti, inoltre attualmente stanno preparando un altro progetto per la realizzazione di una performance dal titolo 2.(DUE), progetto selezionato al concorso Extra, promosso dall’associazione Giovani Artisti Italiani.

Al Kismet Opera A Bari, Gesù parla rumeno
Dal 5 al 7 Marzo 2009 ore 21

di Enrica Simonetti

C’è una donna trasandata che non fa altro che pregare. C'è un Cristo che scende dalla croce e parla con l’accento rumeno. Ci sono le ritualità della religione e l'amore vero per gli altri e per se stessi. Nello spettacolo Mangiami l'anima e poi sputala, in scena fino a stasera al teatro Kismet di Bari, c'è molto, moltiossimo, forse anche troppo. Il lavoro della giovane compagnia barese Fibre Parallele, formata da Licia Lanera e Riccardo Spagnulo è stato applaudito a Milano, Roma e Napoli, è arrivato in finale al Premio Scenario 2007 ed ora approda a Bari.

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallapuglia_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=231383&IDCategoria=1

http://www.teatroespettacolo.org/mangiami-l-anima-e-poi-sputala-al-colosseo-nuovo-teatro-di-roma.htm

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

LIBRO

 

Mangiami l'anima e poi sputala

Furio Giovanna

Qual è la soluzione ideale per lasciarsi alle spalle una vita sentimentale disastrata? Fidanzarsi con "l'uomo buono" per eccellenza: Gesù Cristo.
 Così La protagonista del romanzo, una giovane schizofrenica che forse è una serial killer e forse no, stacca dalla croce il Cristo ligneo della Chiesa
di San Damiano e di fronte a lei si materializza un ragazzo emaciato ma indubbiamente di carne e sangue.
 
 
 
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. opera blasfema

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 21/3/2009 alle 3:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
23 dicembre 2008
GLAUCO MAURI STA PORTANDO IN VARI TEATRI ITALIANI L'OPERA BLASFEMA " IL VANGELO SECONDO PILATO " DI SCHMITT
 
 
GLAUCO MAURI STA PORTANDO IN VARI TEATRI ITALIANI L'OPERA BLASFEMA " IL VANGELO SECONDO PILATO " DI SCHMITT
____________________________________________________________________________
LANAZIONE
 
PROTAGONISTI / IL TESTO SCHMITT

Il Vangelo secondo Mauri

"La ricetta della bellezza? Fare teatro e raccontare favole. E’ allora che ti senti giovane e bambino. Anche coi capelli bianchi". La chioma leonina, il volto bellissimo, ogni anno di più: Glauco Mauri, è il fantastico gigante del teatro italiano. Da martedì al 23 novembre sarà al teatro della Pergola di Firenze con Il vangelo secondo Pilato di Eric-Emmanuel Schmitt. Con lui in scena l’ottimo Roberto Sturno

 

Firenze, 16 novembre 2008 - "La ricetta della bellezza? Fare teatro e raccontare favole. E’ allora che ti senti giovane e bambino. Anche coi capelli bianchi". La chioma leonina, il volto bellissimo, ogni anno di più: Glauco Mauri, è il fantastico gigante del teatro italiano. Da martedì al 23 novembre sarà al teatro della Pergola di Firenze con Il vangelo secondo Pilato di Eric-Emmanuel Schmitt. Con lui in scena l’ottimo Roberto Sturno.

 

Il teatro e la quotidianità: esiste il legame maestro?

"Non bisogna avere solo entusiasmo. Il teatro è come uno strumento che va studiato, adoperato. E studiato vuol dire anche guardare alla gente, vivere in mezzo alla gente, tenere le antenne dritte per captare".

 

Con questo testo ha fatto una scelta coraggiosa...
"Una battaglia vinta. Perchè abbiamo recitato in città a varie latitudini e il pubblico ha un riscontro emozionale incredibile. Lo spettacolo, nonostante il titolo, non è un testo puramente religioso. Tratta il tema di due uomini, Gesù figlio di un falegname di Nazareth e l’altro, Pilato. Gesù dice: “ Solo dopo la mia morte si saprà se sono il figlio di Dio” e Pilato che è uomo razionale, si trova a risolvere il mistero di un cadavere scomparso che poi è risorto. Lui non crede, ma resta un uomo davanti a un mistero".

 

Per arrivare a cosa?
"Alla risposta che i misteri non si risolvono. O si accettano o non si accettano. Un testo intrigante perchè sono tutti fatti noti e arcinoti. Ma qui nel Vangelo secondo Pilato sono visti con una luce diversa. Col desiderio che l’uomo dovrebbe sempre avere: la voglia di risolvere dubbi anche non risolvibili. Senza tener conto che qui si parla in modo particolare di cose che mettono in agitazione. Come il problema della fede: c’è chi ce l’ha e chi no".

 

E lei da che parte sta in questo spettacolo?
"Non sono nè un teologo nè uno studioso di Vangeli. Il problema non è tanto sull’esistenza di Dio. Ma la ricerca che l’uomo deve sempre fare per capire le cose. In questo caso Gesù è un personaggio avvolto nel mistero per chi non crede. Ci sono elementi che hanno sconvolto la storia dell’umanità. Misterioso, mistico: non ci si crede che Gesù fa un miracolo in scena. Sappiamo che noi attori raccontiamo la realtà truccati. Ma con Gesù è letteralmente impossibile".

 

Gesù come lo vede?
"C’è una sola verità storica ed è data dal filosofo Tacito negli annali che scrive nel 64 dopo Cristo. Dice che Nerone per allontanare da sè i sospetti di aver incendiato Roma, ha accusato i cristiani che prendono il nome da un certo Gesù Cristo. Non commenta la cosa, riporta solo i fatti. E questo a parte i Vangeli naturalmente".

 

Come reagisce il pubblico?
"Con commozione, quella che senti in un teatro è un qualcosa che vibra dentro in maniera particolare. C’è l’uomo alle prese con qualcosa che non comprende".

 

Cioè?
"Che non conta essere nè ricchi nè potenti o schiavi. Ma dopo questa indagine di Pilato vedranno, che è quello che hanno di bello dentro di loro, che serve a costruire un mondo migliore. La vita di Gesù di Nazareth è servita e continua a servire, credenti o non credenti".

 

Quanto contano le emozioni?
"A me interessa trovare testi che permettano emozioni e che facciano uscire la gente più ricca di quando entra in teatro. Da sempre l’uomo ha in lui anche la ricerca di vivere. E Gesù è stato straordinario: un uomo che ha parlato agli uomini delle sue paure, anche delle sue incertezze. Un Gesù pieno di dubbi e di paure è una figura meravigliosa".

 

La più grande soddifazione della vita?
"Quando portai mia mamma, infermiera di giro, che andava in bicicletta dai pazienti, a vedere i Fratelli Karamazof al teatro Eliseo di Roma con Benassi, Santuccio, Salerno. Vide me, questo suo ragazzo di 22 anni, innamorato del teatro, col pubblico che lo applaudiva. E’ stata questa la più grande soddfisfazione della mia vita".
Firenze
teatro della Pergola
da martedì 

Titti Giuliani Foti

 

http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/2008/11/16/133043-vangelo_secondo_mauri.shtml

sfoglia
aprile        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte