.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
25 dicembre 2010
RUSSIA: LA VITA RELIGIOSA

La vita religiosa in Russia

 
 
22.12.2010, 19:05
© Foto:RIA Novosti
Stampare l’articolo Dirlo ad un amico Aggiungere al blog

           

L’anno uscente 2010 può essere definito anno di nuovi programmi e progetti religiosi. Il secondo anno del Patriarca di Mosca e di Tutte le Russie Kirill nella carica di Primate della Chiesa Ortodossa Russa è stato contrassegnato da diverse novità, che in passato non sono mai esistite nella Chiesa Russa.

L’anno scorso l’avvenimento più importante nella vita religiosa russa  è stata l’istituzione di un organo destinato a predisporre documenti da esaminare ed approvare in sede di Concilio Locale della Chiesa Ortodossa Russa. Il detto organo può dare sue raccomandazioni  e una sua valutazione di vari avvenimenti che si verificano nella società russa e all’estero,-  dice il Patriarca Kirill:

"La nuova struttura non ha equivalenti nelle altre chiese del mondo. È il Concilio permanente, è un organo aperto. Tutti i sacerdoti e credenti hanno la possibilità di apportare il loro contributo nella sua attività, tutti i documenti vengono pubblicati per il dibattito pubblico cui possono partecipare anche i non credenti".

Un’altra novità dell’anno che sta per finire  è rappresentata dal fatto che ha cominciato a funzionare il Tribunale religioso destinato ad occuparsi di problemi  di carattere disciplinare, economico, a risolvere le divergenze tra i ministri del culto.

Molti ricorderanno il 2010 come Anno di stretta collaborazione tra la Chiesa e lo Stato. All’inizio dell’anno in molte regioni della Russia nella rete dei programmi scolari sono apparse le lezioni “Fondamenti della cultura religiosa”.  Il capo della Chiesa Ortodossa Russia è certo che le lezioni di tolleranza religiosa ed interetnica, di morale religioso, di fede e la conoscenza dei fondamenti della cultura nazionale  ci aiuteranno ad attenuare l’estremismo e il radicalismo religioso: 

"Secondo me,- dice il Patriarca Kirill,-  in prima linea di questa opera devono essere i credenti: siamo chiamati a dare un buon esempio di atteggiamento cristiano  verso tutti.  Per la fede ortodossa è avversa l’idea di supremazia nazionale, di odio nei confronti dei rappresentanti di altre religioni".

 Alla metà dell’anno a Mosca ha preso il via il programma “Chiese di prossimità” che viene realizzato   con il supporto da parte delle autorità della capitale. Secondo il Patriarca, simili chiese modulari consentono di risolvere il problema della carenza di chiese  nei nuovi quartieri della capitale.

 Sempre nell’anno uscente è stata varata la legge statale  sulla restituzione eccesiastica, secondo cui in un prossimo futuro  saranno restituiti tutti gli edifici  di destinazione religiosa  che nell’era sovietica erano passati in possesso dello Stato.

Quest’anno  sono ricorsi 20anni  dal momento in cui in Russia fu varata  la legge sulla libertà di coscienza. IN due decenni la Chiesa Ortodossa Russa è riuscita a fare molte cose.  Il numero delle chiese nel nostro Paese è aumentato di alcune volte, il numero dei credenti è aumentato in modo esponenziale. Attualmente i due decenni trascorsi vengono definiti l’era di seconda cristianizzazione.   In questo senso  il 2010 è una degna conferma  di questa tesi.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. russia vita religiosa

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 25/12/2010 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte