.
Annunci online

Articoli e Notizie sulla Religione Cristiana nel Mondo
25 dicembre 2010
LA SOLENNITÀ DEL NATALE DEL SIGNORE 24 DICEMBRE

Venerdì 24 Dicembre 2010


LA SOLENNITÀ DEL NATALE DEL SIGNORE

 

 

------------------------------------------------------

 

PREGHIERA DEL MATTINO
Meraviglia! Che cosa vedremo in questo bambino? Il mistero della nostra
redenzione, su cui si chinano gli angeli, ci dà uno sguardo acuto quanto
quello di Zaccaria sul proprio figlio, quando dice: "E tu, bambino, sarai
chiamato profeta dell'Altissimo"... Noi siamo, tramite lo Spirito,
contemporanei della Natività, ma siamo già seduti con Cristo nei cieli.
Ecco perché noi ti contempliamo, Bambino posto in una mangiatoia, tu sei
il Dio, l'Altissimo; indicibile è la bellezza del tuo volto; nella tua
mano sinistra stringi l'universo tutto, mentre con la destra benedici.

PRIMA LETTURA (2Sam 7,1-5.8b-11.16)
Il regno di Davide durerà in eterno.
Dal secondo libro di Samuele
Il re Davide, quando si fu stabilito nella sua casa, e il Signore gli
ebbe dato riposo da tutti i suoi nemici all'intorno, disse al profeta
Natan: «Vedi, io abito in una casa di cedro, mentre l'arca di Dio sta
sotto i teli di una tenda». Natan rispose al re: «Va', fa' quanto hai in
cuor tuo, perché il Signore è con te».
Ma quella stessa notte fu rivolta a Natan questa parola del Signore:
«Va', e di' al mio servo Davide: "Così dice il Signore: Forse tu mi
costruirai una casa, perché io vi abiti? Io ti ho preso dal pascolo,
mentre seguivi il gregge, perché tu fossi capo del mio popolo Israele.
Sono stato con te dovunque sei andato, ho distrutto tutti i tuoi nemici
davanti a te e renderò il tuo nome grande come quello dei grandi che sono
sulla terra. Fisserò un luogo per Israele, mio popolo, e ve lo pianterò
perché vi abiti e non tremi più e i malfattori non lo opprimano come in
passato e come dal giorno in cui avevo stabilito dei giudici sul mio
popolo Israele. Ti darò riposo da tutti i tuoi nemici. Il Signore ti
annuncia che farà a te una casa.
Quando i tuoi giorni saranno compiuti e tu dormirai con i tuoi padri, io
susciterò un tuo discendente dopo di te, uscito dalle tue viscere, e
renderò stabile il suo regno. Io sarò per lui padre ed egli sarà per me
figlio.
La tua casa e il tuo regno saranno saldi per sempre davanti a te, il tuo
trono sarà reso stabile per sempre"».
Parola di Dio.

SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 88)
R. Canterò per sempre l'amore del Signore.
Canterò in eterno l'amore del Signore,
di generazione in generazione
farò conoscere con la mia bocca la tua fedeltà,
perché ho detto: «È un amore edificato per sempre;
nel cielo rendi stabile la tua fedeltà». R.
«Ho stretto un'alleanza con il mio eletto,
ho giurato a Davide, mio servo.
Stabilirò per sempre la tua discendenza,
di generazione in generazione edificherò il tuo trono». R.
«Egli mi invocherà: "Tu sei mio padre,
mio Dio e roccia della mia salvezza".
Gli conserverò sempre il mio amore,
la mia alleanza gli sarà fedele». R.

CANTO AL VANGELO
R. Alleluia, alleluia.
O Astro che sorgi,
splendore di luce eterna e sole di giustizia:
vieni, e illumina chi giace nelle tenebre
e nell'ombra di morte.
R. Alleluia.

VANGELO (Lc 1,67-79)
Verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge.
+ Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Zaccarìa, padre di Giovanni, fu colmato di Spirito Santo
e profetò dicendo:
«Benedetto il Signore, Dio d'Israele, perché ha visitato e redento il suo
popolo, e ha suscitato per noi un Salvatore potente nella casa di Davide,
suo servo, come aveva detto per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo:
salvezza dai nostri nemici, e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri e si è ricordato della
sua santa alleanza, del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, di
concederci, liberati dalle mani dei nemici, di servirlo senza timore, in
santità e giustizia al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo perché andrai
innanzi al Signore a preparargli le strade, per dare al suo popolo la
conoscenza della salvezza nella remissione dei suoi peccati.
Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio, ci visiterà un sole
che sorge dall'alto, per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre
e nell'ombra di morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace».
Parola del Signore.

OMELIA
Questa sera, questa notte, una folla di uomini e di donne festeggeranno
il Natale, senza pensare alla parola di Zaccaria: "Benedetto il Signore
Dio d'Israele, perché ha visitato e redento il suo popolo ".
E noi? Siamo consapevoli della nostra condizione di peccatori e, quindi,
del nostro bisogno di un redentore?
Il canto di benedizione di Zaccaria traccia il programma della Nuova
Alleanza: celebrare il nostro culto davanti a Dio, poter adorare, poter
avvicinarsi a Dio, offrirsi a lui completamente, camminare sulla via
della pace e della luce.
In questa vigilia della Natività del Messia nostro Salvatore nell'umiltà
e nella povertà, sappiamo essere umili di cuore e poveri, così da saperlo
riconoscere e accogliere nel nostro cuore.
Una stella è giunta a noi: sapremo essere ospiti degni di accoglierla,
come essa ci accoglie?

PREGHIERA DELLA SERA
Buon Dio, questa sera voglio pensare agli uomini che mi hanno
preparato il cammino - il cammino della vita, ai miei genitori, ai miei
amici, alle persone che non ho incontrato che per poco... alle persone
che mi hanno aperto la strada, che a volte si sono opposte a me per farmi
progredire un po' di più sul cammino che mi porta: a me - a loro - a te.


***************************************
...Conoscere la Parola, Vivere la Parola,
Amare la Parola, Annunciare la Parola...
***************************************

La Parola è un servizio gratuito.
Viene pubblicata nei giorni feriali.

Per iscrizioni/cancellazioni:
http://www.verbumweb.net/it/sml/processmail.php

 




Letture del giorno

Is 9,1-6.
Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che
abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse.
Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia. Gioiscono davanti a te
come si gioisce quando si miete e come si gioisce quando si spartisce la
preda.
Poiché il giogo che gli pesava e la sbarra sulle sue spalle, il bastone del
suo aguzzino tu hai spezzato come al tempo di Madian.
Poiché ogni calzatura di soldato nella mischia e ogni mantello macchiato di
sangue sarà bruciato, sarà esca del fuoco.
Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue
spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile,
Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace;
grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e
sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la
giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti.


Sal 96(95),1-2.3.11-12.13.
Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra.
Cantate al Signore, benedite il suo nome, annunziate di giorno in giorno la
sua salvezza.
In mezzo ai popoli raccontate la sua gloria, a tutte le nazioni dite i suoi
prodigi.
Gioiscano i cieli, esulti la terra, frema il mare e quanto racchiude;
esultino i campi e quanto contengono, si rallegrino gli alberi della
foresta
davanti al Signore che viene, perché viene a giudicare la terra. Giudicherà
il mondo con giustizia e con verità tutte le genti.


Tt 2,11-14.
È apparsa infatti la grazia di Dio, apportatrice di salvezza per tutti gli
uomini,
che ci insegna a rinnegare l'empietà e i desideri mondani e a vivere con
sobrietà, giustizia e pietà in questo mondo,
nell'attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del
nostro grande Dio e salvatore Gesù Cristo;
il quale ha dato se stesso per noi, per riscattarci da ogni iniquità e
formarsi un popolo puro che gli appartenga, zelante nelle opere buone.


Lc 2,1-14.
In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il
censimento di tutta la terra.
Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria
Quirinio.
Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città.
Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città
di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata
Betlemme,
per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta.
Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del
parto.
Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose
in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo.
C'erano in quella regione alcuni pastori che vegliavano di notte facendo la
guardia al loro gregge.
Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li
avvolse di luce. Essi furono presi da grande spavento,
ma l'angelo disse loro: «Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che
sarà di tutto il popolo:
oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore.

Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace
in una mangiatoia».
E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste che
lodava Dio e diceva:
«Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli
ama».


Traduzione liturgica della Bibbia



Meditazione del giorno

Tommaso di Celano (circa 1190 - circa 1260), biografo di S. Francesco e di S. Chiara
Vita prima, 84-86

San Francesco al primo presepio di Natale

Circa due settimane prima della festa della Natività, il beato
Francesco disse ... : « Vorrei rappresentare il Bambino nato a Betlemme, e
in qualche modo vedere con gli occhi del corpo i disagi in cui si è trovato
per la mancanza delle cose necessarie ad un neonato, come fu adagiato in
una greppia e come giaceva sul fieno tra il bue e l'asinello » ...

E giunse il giorno della letizia ! Per l'occasione sono stati
convocati molti frati da varie parti. Uomini e donne arrivano festanti dai
casolari della regione, portando ciascuno secondo le sue possibilità, ceri
e fiaccole per illuminare quella notte, nella quale s'accese splendida nel
cielo la Stella che illuminò tutti i giorni e i tempi. Arrivò infine
Francesco : vide che tutto è stato predisposto secondo il suo desiderio, ed
è raggiante di letizia. Ora si accomoda la greppia, vi si pone il fieno e
si introducono il bue e l'asinello. In quella scena commovente risplende la
semplicità evangelica, si loda la povertà, si raccomanda l'umiltà. Greccio
è divenuto come una nuova Betlemme. Questa notte è chiara come pieno giorno
e dolce agli uomini e agli animali ! La gente accorse e si allietò di un
gaudio mai assaporato prima, davanti al nuovo mistero. La selva risuonò di
voci e le rupi imponenti echeggiarono di cori festosi. I frati cantarono
scelte lodi al Signore, e la notte sembrò tutta un sussulto di gioia. Il
santo era lì estatico di fronte al presepio, con lo spirito vibrante di
compunzione e di gaudio ineffabile. Poi il sacerdote celebrò solennemente
l'Eucaristia sul presepio e lui stesso assaporò una consolazione mai
gustata prima.

Francesco si è rivestito della dalmatica perché era diacono, e
cantò con voce sonora il santo Vangelo... Poi parlò al popolo e con parole
dolcissime rievocò il neonato Re povero e la piccola città di Betlemme.




-----------------------------------------------


« O alto e glorioso Dio,
illumina le tenebre del cuore mio.
Dammi una fede retta, speranza certa,
carità perfetta e umiltà profonda.
Dammi, Signore, senno e discernimento
per compiere la tua vera e santa volontà.
Amen. »

SAN FRANCESCO (Preghiera davanti al Crocifisso)


-----------------------------------------------


Il Vangelo del giorno è un'associazione senza scopo di lucro ed esiste solo
grazie all'azione volontaria di un'équipe internazionale. Il funzionamento
del servizio e la sua diffusione attraverso nuove lingue sono finanziati
solo grazie ai doni degli abbonati.

Le offerte vanno indirizzate a :

VANGELO DEL GIORNO / EAQ
4, Quai Koch
F-67000 STRASBOURG
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. natale 24 dicembre

permalink | inviato da RAGGIO DI LUCE il 25/12/2010 alle 2:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 409601 volte